5 strings fiddle | violin | fiol | Scuola comunale di musica "F. Sandi" di Feltre (BL) | lezioni | insegnante | corso di violino 5 corde
 
corso di violino folk
insegnante: Francesco Chiarini
sede: Scuola comunale di musica "F. Sandi" di Feltre (BL)
indirizzo: via Mezzaterra n° 11, Palazzo Zasio
orario apertura segreteria:

lunedì 17.30 – 19.00
mercoledì 17.30 – 19.00
giovedì 17.30 – 19.00
venerdì 17.30 – 19.00 
sabato 10.30 - 12.30 
per qualunque informazione specifica sul corso contattatemi ai seguenti recapiti:
cellulare: 328 70 58 281
indirizzo email: chiarinifrancesco@gmail.com 
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • YouTube Social  Icon
Fiddle | violin | fiol | Scuola comunale di musica "F. Sandi" di Feltre (BL) | lezioni | insegnante | corso di violino

Antenati e parenti stretti del violino

Gli strumenti ad arco sono dei cordofoni nei quali la vibrazione delle corde è trasmessa da un fascio di crini di cavallo tesi su di un arco di legno. Gli archi sono una delle più grandi famiglie di strumenti musicali, l'elemento in comune è appunto quello di essere dei cordofoni dove la generazione del suono avviene tramite un arco. La frequenza generata dallo sfregamento dell'arco sulla corda è sempre proporzionale alla radice quadrata della tensione ed inversamente proporzionale alla lunghezza ed alla radice quadrata della densità lineare della corda.
Gli archi sono strumenti di origine asiatica, più precisamente di India e Cina: in Europa si diffondono a partire dal X sec. d.C. con le prime fidule, strumenti prediletti soprattutto da trovatori e giullari, che accompagnavano le loro narrazioni per allietare le corti medievali.
La fidula asiatica subisce delle trasformazioni che la portano a diventare quella che oggi noi conosciamo come viola, ovvero lo strumento più antico dei quattro archi. 

Durante il periodo Rinascimentale, la viola subisce altre trasformazioni, dando origine a due gruppi distinti di viola: la viola da gamba, la cui posizione era tra le ginocchia oppure appoggiata su uno sgabello, e la viola da braccia, appoggiata invece alla spalla alla maniera del violino.
Durante il periodo barocco, circa dal 1600 al 1750, gli archi diventano protagonisti indiscussi della vita musicale europea. Particolarmente il violino, apparso già nella prima metà del Cinquecento, diventa lo strumento principale della famiglia.
Nella cultura cinese si annoverano strumenti ad arco ad una e due corde come gli huqin (胡琴), di cui fanno parte erhu (二胡), gaohu (高胡), zhonghu (中胡) e gehu (革胡). Fra gli strumenti ad arco giapponesi a tre corde si ricorda il kokyū (胡弓).
Il morin khuur (mongolo: морин хуур), è uno strumento tradizionale Mongolo. È uno dei più importanti strumenti musicali del popolo mongolo ed è considerato un simbolo nazionale. Il morin khuur è uno dei capolavori del patrimonio orale e immateriale dell'umanità identificato dall'UNESCO.
Nel mondo arabo è presente il rebab, in arabo الرباب o رباب, è uno strumento ad arco la cui origine si fa ascendere all'Afghanistan, intorno all'VIII secolo e diffuso dagli arabi in nord Africa, e nel bacino del Mediterraneo. Il rebab è uno degli antenati del violino, per filiazione dalla medioevale ribeca.
Il kemence o kemenche (e dall'etnia Yoruk anche hegit) è un nome usato per identificare diversi tipi di strumenti musicali a corde di provenienza del Mediterraneo orientale, ed in particolare in GreciaTurchia e le regioni in prossimità del Mar Nero e anche uno strumento musicale del periodo ottomano. Provvisto di sole 3 corde, è suonato tenendolo in posizione verticale con la base poggiata sul ginocchio del musicista. Il nome kemençe deriva dal persiano kamancheh e significa piccolo arco.
La dilruba, chiamata anche esraj, è uno strumento musicale originario dell'India nord-occidentale, è simile al sitar, ma viene suonato con l'archetto (chiamato gaz). Oltre ad essere suonato nella musica tradizionale indiana è stato utilizzato dai Beatles per il brano "Within You Without You", contenuto nell'album Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band.
Gli strumenti ad arco sono protagonisti della cultura musicale scandinava, come l'hardingfele (o hardanger fiddle) che è uno strumento ad arco appartenente alla tradizione norvegese. Nella sua conformazione moderna questo tipo strumento a corda è molto simile al violino, anche se viene realizzato con un legno più sottile ed è provvisto di 4 corde di melodia e 4 o 5 corde di risonanza. Lo strumento è spesso decorato con incisioni di animali (di solito un dragone o il leone dello stemma della Norvegia) o con una testa di donna scolpita come parte alta della paletta. A volte il bordo dello strumento è decorato con parti di osso lavorate.
Il langspil è uno strumento ad arco tradizionale islandese provvisto di 3 corde (ma talvolta anche solo una corda).
Il langspil può essere suonato pizzicando le corde a mano, con un arco o con un martelletto.
La nyckelharpa è uno strumento musicale ad arco antico, imparentato con viella e ghironda: esiste a partire dal Medioevo (vedi anche Viola d'amore a chiavi) con differenti forme e viene suonato in Europa continentale (anche in Italia) a partire dal XIV secolo fino alla metà del XVI. Al giorno d'oggi viene ancora utilizzata principalmente in Svezia nella regione di Uppsala, dove lo strumento è sopravvissuto nella tradizione popolare. La denominazione svedese di questo strumento significa letteralmente "arpa a chiavi" e ricorda il suo corrispondente italiano viola d'amore a chiavi ed il tedesco Schlüsselfidel.
Tra gli strumenti ad arco, la famiglia del violino è formata dagli strumenti più diffusi in epoca moderna nella musica occidentale. Il gruppo degli archi che è alla base dell'orchestra sinfonica è composto da cinque sezioni di strumenti: due sezioni di violini - i primi e i secondi- una di viole, una di violoncelli e una di contrabbassi.
 
(citazioni da Wikipedia)
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now